CHIAMA PER UN PARERE LEGALE
+ 39 (0586) 898165 - 211279

BENVENUTI

Oltre un secolo di esperienza nella responsabilità civile e nella tutela del credito.

Benvenuti!

Crediamo che in un'epoca di continue e profonde innovazioni quale quella in cui viviamo, anche la professione dell'avvocato, come le altre, debba adeguarsi ai tempi.

Desideriamo pertanto coniugare l'esperienza professionale maturata  dallo Studio in oltre cento anni di attività con i moderni strumenti tecnologici per offrire un servizio rapido ed efficace di ausilio, consulenza ed assistenza per ogni necessità o questione di natura legale.

Consultando le singole sezioni avrete notizie sulle prevalenti attività dello Studio.

Abbiamo fatto settori di elezione la responsabilita' civile, la responsabilita' penale, la tutela ed il recupero del credito, il diritto bancario ed il diritto assicurativo;  non abbiamo tuttavia tralasciato l'impegno in altre varie aree del diritto civile, quali il diritto immobiliare, le procedure concorsuali, i procedimenti di esdebitazione, il diritto di famiglia, il diritto dei trasporti, prestando atresì particolare attenzione alle più recenti novità in materia di informazione tecnologica e di commercio elettronico.

Operiamo direttamente presso le circoscrizioni del Tribunale di Livorno e del Tribunale di Pisa; possiamo comunque assisterVi dinanzi alle altre Autorità Giudiziarie di ogni ordine e grado, grazie alla nostra rete di corrispondenti.

Potrete prendere un primo contatto compilando l'apposito modulo nella sezione contatti, oppure chiamarci direttamente per concordare un appuntamento.

Saremo lieti di aiutarVi.

 

Avvocati Lascialfari e Pritelli

 

123movies
ARTICOLI E NOTIZIE
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Condominio: requisiti per l’ammissibilità del ricorso ex art. 696 c.p.c.

04/10/2021 00:00:00
L’accertamento tecnico preventivo ante causam costituisce un rimedio cautelare allorché il rischio di un ritardo nello svolgimento di un giudizio di merito possa determinare un grave pregiudizio al diritto soggettivo di colui che lo paventa. Considerata la specialità del procedimento, è obbligatorio che il ricorrente evidenzi i requisiti ex lege statuiti affinché la sua domanda possa essere accolta dal Presidente del Tribunale o dal magistrato dal medesimo delegato. Il Tribunale monocratico di A...
Notizie da Ex Parte Creditoris

ILLEGITTIMA SEGNALAZIONE IN CR: il danno alla reputazione può essere provato in via presuntiva

01/10/2021 17:13:39
In merito all’illegittima segnalazione alla Centrale Rischi della Banca d’Italia, il soggetto danneggiato può agire onde ottenere il risarcimento del danno all’immagine o alla reputazione. Tale forma di danno, tuttavia, non sussiste in re ipsa, ma deve essere adeguatamente provato dal danneggiato. Per mitigare gli effetti di siffatto onere probatorio, la sussistenza del danno può […] L'articolo ILLEGITTIMA SEGNALAZIONE IN CR: il danno alla reputazione può essere provato in via presuntiva se...
Notizie da Ex Parte Creditoris

PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA: il termine per la stipula del definitivo è accidentale

01/10/2021 18:00:32
Nei contratti per i quali è richiesta la forma scritta “ad substantiam” (come nel caso del preliminare di vendita immobiliare), la volontà comune delle parti deve rivestire tale forma soltanto nella parte riguardante gli elementi essenziali (consenso, “res”, “pretium”), che devono risultare dall’atto stesso e non possono ricavarsi “aliunde”. Ne consegue che, qualora in un […] L'articolo PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA: il termine per la stipula del definitivo è accidentale sembra essere il pri...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Danni da morte del feto: sono inclusi gli incubi della madre

01/10/2021 00:00:00
Aspetti come il panico, gli incubi e il mutamento delle abitudini di vita conseguenti alla morte del feto in utero non possono considerarsi affatto come un tipo di danno assolutamente avulso rispetto alla domanda di risarcimento formulata ex art. 2059 c.c. A stabilirlo è la Cassazione con sentenza del 29 settembre 2021, n. 26301.
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

La Cassazione esclude una Brexit giudiziaria e l’applicazione della procedura estradizionale

30/09/2021 00:00:00
La pronuncia di legittimità che offre alimento al presente contributo chiarisce che l’Accordo sul recesso intercorso tra il Regno Unito di Gran Bretagna e l’Unione Europea il 24 gennaio 2020, nella parte relativa alla procedura concernente la consegna di un soggetto ricercato ricalca sostanzialmente la disciplina del mandato di arresto europeo e risulta peraltro autosufficiente. Il Giudice della Nomofilachia conclude affermando che la procedura di consegna di un soggetto ricercato al Regno Unito...
Notizie da Ex Parte Creditoris

CONCORDATO FALLIMENTARE: il compenso del curatore va liquidato dopo la sua esecuzione

04/10/2021 13:31:54
In tema di procedure concorsuali, il compenso spettante al curatore del fallimento chiusosi con un concordato va liquidato dopo l’esecuzione di quest’ultimo; tale compenso è unico e corrisponde anche all’attività svolta dopo l’omologazione. Questo è il principio espresso dalla Corte di Cassazione Sez. I, Pres. Genovese – Rel. Ferro, con l’ordinanza n. 15168 del 31 […] L'articolo CONCORDATO FALLIMENTARE: il compenso del curatore va liquidato dopo la sua esecuzione sembra essere il primo su ...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

L'inosservanza dei provvedimenti del Questore ai sensi del TULPS è sanzionata dal Codice penale

01/10/2021 00:00:00
Risponde del reato di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, previsto e punito dall’art. 650, c.p., il gestore di un pubblico esercizio che contravvenga all’ordine di chiusura del Questore adottato in base al testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza. Ed invero, è proprio l'art. 17-ter del R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (TULPS) a stabilire, al comma 4, che, quando ricorrono le circostanze previste dall'art. 100, la cessazione dell'attività non autorizzata è ordinata immediatamente dal q...
Notizie da Ex Parte Creditoris

CONCORDATO FALLIMENTARE: il compenso del curatore va liquidato dopo la sua esecuzione

04/10/2021 13:31:54
In tema di procedure concorsuali, il compenso spettante al curatore del fallimento chiusosi con un concordato va liquidato dopo l’esecuzione di quest’ultimo; tale compenso è unico e corrisponde anche all’attività svolta dopo l’omologazione. Questo è il principio espresso dalla Corte di Cassazione Sez. I, Pres. Genovese – Rel. Ferro, con l’ordinanza n. 15168 del 31 […] L'articolo CONCORDATO FALLIMENTARE: il compenso del curatore va liquidato dopo la sua esecuzione sembra essere il primo su ...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Un disturbo della personalità può influire sulla capacità di intendere e di volere del reo?

30/09/2021 00:00:00
Pronunciandosi su un ricorso proposto avverso la sentenza con cui la Corte d’appello aveva confermato la condanna inflitta in primo grado ad una donna per il reato di stalking, la Corte di Cassazione penale, Sez. V, con la sentenza 22 settembre 2021, n. 35044 – nell’accogliere la tesi difensiva secondo cui erroneamente i giudici di appello avevano respinto la richiesta di rinnovazione istruttoria tendente ad ottenere una perizia psichiatrica, al fine di accertare la capacità di intendere e del v...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Penalmente irrilevante la realizzazione di un dehor con pannelli trasparenti in PVC anziché in vetro

04/10/2021 00:00:00
Pronunciandosi su un ricorso proposto avverso la sentenza con cui il tribunale in primo ed unico grado aveva condannato il titolare di un esercizio pubblico per il reato di inosservanza delle disposizioni del Regolamento edilizio comunale per aver realizzato le tamponature perimetrali di un dehor esterno destinato ad accogliere i clienti del locale, attesa la non conformità della struttura alla normativa regolamentare, che non ammetteva tamponature in materiale diverso dal vetro trattandosi di d...
Notizie da Ex Parte Creditoris

RICORSO PER CASSAZIONE: la cartolina di ritorno che provi la notificazione può essere depositata successivamente

04/10/2021 13:18:53
La produzione dell’avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso per cassazione spedita per la notificazione a mezzo del servizio postale, ai sensi dell’art. 149 c.p.c. o della raccomandata con la quale l’ufficiale giudiziario dà notizia al destinatario dell’avvenuto compimento delle formalità di cui all’art. 140 c.p.c., è richiesta dalla legge esclusivamente […] L'articolo RICORSO PER CASSAZIONE: la cartolina di ritorno che provi la notificazione può essere de...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Principio di autodeterminazione: alcune recenti sentenze delle Corti britanniche

01/10/2021 00:00:00
Questa rassegna mensile di giurisprudenza comparata è dedicata alle diverse sfaccettature del principio di autodeterminazione, nello specifico relativamente: al consenso informato del minore sofferente di disforia di genere per l’assunzione di bloccanti puberali; alla sospensione dei trattamenti vitali a favore di una paziente in terapia intensiva a seguito di COVID-19 e contro l’aborto nei confronti dei feti cui sia stata diagnosticata la Sindrome di Down.
Notizie da Ex Parte Creditoris

PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA: il termine per la stipula del definitivo è accidentale

01/10/2021 18:00:32
Nei contratti per i quali è richiesta la forma scritta “ad substantiam” (come nel caso del preliminare di vendita immobiliare), la volontà comune delle parti deve rivestire tale forma soltanto nella parte riguardante gli elementi essenziali (consenso, “res”, “pretium”), che devono risultare dall’atto stesso e non possono ricavarsi “aliunde”. Ne consegue che, qualora in un […] L'articolo PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA: il termine per la stipula del definitivo è accidentale sembra essere il pri...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Valida e ammissibile la nomina al difensore di fiducia senza le formalità dell’art. 96 c.p.p.

01/10/2021 00:00:00
La nomina di fiducia del difensore può risultare da comportamenti concludenti, anche in assenza delle formalità di cui all’art. 96 c.p.p., ove vi siano atti equivalenti che siano inequivocabili e indubitabili che individuano il difensore e il rapporto di fiducia avvocato-assistito (Cassazione penale, Sez. V, sentenza 2 settembre 2021, n. 32754).
Notizie da Ex Parte Creditoris

ILLEGITTIMA SEGNALAZIONE IN CR: il danno alla reputazione può essere provato in via presuntiva

01/10/2021 17:13:39
In merito all’illegittima segnalazione alla Centrale Rischi della Banca d’Italia, il soggetto danneggiato può agire onde ottenere il risarcimento del danno all’immagine o alla reputazione. Tale forma di danno, tuttavia, non sussiste in re ipsa, ma deve essere adeguatamente provato dal danneggiato. Per mitigare gli effetti di siffatto onere probatorio, la sussistenza del danno può […] L'articolo ILLEGITTIMA SEGNALAZIONE IN CR: il danno alla reputazione può essere provato in via presuntiva se...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

D.L. 132/2021: un discutibile e inutile aggravio di procedura per tabulati telefonici e telematici

04/10/2021 00:00:00
Pubblicato sulla G.U. n. 234 del 30 settembre 2021, con efficacia immediata, il D.L. 30 settembre 2021, n. 132, che – tra le altre cose – detta nuove norme in materia di acquisizione di tabulati telefonici e telematici nel processo penale. Un intervento normativo d’urgenza che, al netto dei vizi di costituzionalità, da un lato, appesantisce inutilmente le attività di indagine, impedendo la ricerca di prove importanti per reati odiosi che fuoriescono tuttavia dai limiti edittali stabiliti, e, dal...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Cassazione: inammissibili le questioni nuove nel giudizio di legittimità

30/09/2021 00:00:00
Qualora una questione giuridica - implicante un accertamento di fatto - non risulti trattata in alcun modo nella sentenza impugnata, il ricorrente che la proponga in sede di legittimità, onde non incorrere nell'inammissibilità per novità della censura, ha l'onere non solo di allegare l'avvenuta deduzione della questione dinanzi al giudice di merito, ma anche, per il principio di autosufficienza del ricorso per cassazione, di indicare in quale atto del giudizio precedente lo abbia fatto, per cons...
Notizie da Ex Parte Creditoris

TITOLI AGLI AIUTI PAC AGEA: vanno pignorati autonomamente

01/10/2021 16:51:51
I cd. titoli agli aiuti P.A.C. AGEA non costituiscono né pertinenze, né accessori o frutti dei terreni in funzione dei quali sono riconosciuti e devono, pertanto, essere oggetto di pignoramento autonomo rispetto a quello dei suddetti terreni, con vincolo in ogni caso soggetto ad iscrizione nel Registro AGEA, ai fini dell’opponibilità ai terzi. Questo il […] L'articolo TITOLI AGLI AIUTI PAC AGEA: vanno pignorati autonomamente sembra essere il primo su Ex Parte Creditoris .
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

Abuso del processo: il mero rigetto dell’appello non giustifica la condanna ex art. 96 c.p.c.

04/10/2021 00:00:00
La condanna ex art. 96, comma 3, c.p.c. deve giungere all'esito di un accertamento che il giudicante è chiamato a compiere caso per caso, anche tenendo conto della fase in cui si trova il giudizio e del comportamento complessivo della parte soccombente, onde verificare se essa abbia esercitato le sue prerogative processuali in modo abusivo, cioè senza tener conto degli interessi confliggenti in gioco, sacrificandoli ingiustificatamente o sproporzionatamente in relazione all'utilità effettivamen...
Notizie da Il Quotidiano Giuridico

La Cassazione torna sulla tormentata disciplina del patto di quota lite

05/10/2021 00:00:00
La nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense introdotta dalla legge 31 dicembre 2012, n. 247, pur affermando che la pattuizione dei compensi sia libera (art. 13, comma 3), ha tuttavia esplicitamente previsto il divieto dei patti «con i quali l'avvocato percepisca come compenso in tutto o in parte una quota del bene oggetto della prestazione o della ragione litigiosa» (art. 13, comma 4), in tal modo reintroducendo il divieto del patto di quota lite, collocabile nel periodo inter...

GIORGIO PRITELLI - STEFANO PRITELLI - LUCA LASCIALFARI
AVVOCATI IN LIVORNO